Skip to main content

Come dare ai vostri testi la struttura giusta

“Assicurati che il tuo testo abbia un filo conduttore” – avrai sicuramente letto questa o una frase simile prima di scrivere per Textbroker. Ma cosa è esattamente questo “filo conduttore nel testo”? Nel nostro articolo desideriamo darvi alcuni consigli su come strutturare i vostri testi in modo significativo e di facile lettura.

Struttura testi

 

“Assicurati che il tuo testo abbia un filo conduttore” – avrai sicuramente letto questa o una frase simile prima di scrivere per Textbroker. Ma cosa è esattamente questo “filo conduttore nel testo”? L’idea alla base del “filo conduttore” è semplice: il lettore dovrebbe essere guidato attraverso il testo con l’aiuto della struttura in modo da poterne assorbire e comprendere meglio il contenuto. L’attuazione di questa idea, tuttavia, non è così facile.

 

Soprattutto con testi più lunghi si può rapidamente impantanarsi senza una pianificazione preventiva. Inoltre, in qualità di copywriter vi trovate naturalmente di fronte alla sfida di unire gli altri requisiti di contenuto del cliente con il filo conduttore. Per questo motivo desideriamo darvi alcuni consigli su come strutturare i vostri testi in modo significativo e di facile lettura.

 

La pianificazione è essenziale

 

Come per tante cose nella vita, scrivere un testo dovrebbe iniziare con la pianificazione. Il grado di dettaglio dipende naturalmente, tra l’altro, anche dalle dimensioni del testo. Con una descrizione di prodotto di 200 parole, non è necessario meditare sulla struttura del testo per mezz’ora – ma per una guida di 1.500 parole, si dovrebbero investire più di due minuti nella progettazione del testo.

 

  • Ponetevi le seguenti domande prima di iniziare a scrivere:
  • Quali argomenti dovrebbero essere trattati nel testo?
  • In quale ordine dovrebbero apparire gli argomenti?
  • Quanto dovrebbero essere estese le sezioni sui singoli argomenti?

 

La scelta della struttura giusta

 

Chiarendo queste domande, date al vostro testo una struttura di base ed evitate di trattare un argomento troppo intensamente o troppo brevemente. Poiché la lunghezza del testo per i lavori di Textbroker è fissa, può anche essere utile specificare un numero approssimativo di parole per ogni sezione. Assicuratevi inoltre che le singole aree tematiche siano disposte in una sequenza logica. Ad esempio, una struttura gerarchica è adatta per i comunicati stampa e i testi pubblicitari. I punti più importanti sono collocati all’inizio del testo, le parti meno importanti si spostano verso la parte posteriore.

In una struttura cronologica, gli eventi sono elencati in ordine cronologico. Questo è utile, ad esempio, per una relazione su una fiera, ma una descrizione della destinazione può anche essere scritta in ordine cronologico, per poi condurre il lettore in un viaggio attraverso la storia del luogo descritto.

Una struttura logica, invece, si adatta perfettamente alle istruzioni per l’uso o alle guide. Sarà come condurre per mano il lettore passo dopo passo alla realizzazione di un progetto.

Per gli argomenti controversi, ma anche per i testi pubblicitari, è opportuna una struttura argomentativa. Bisognerà evidenziare le posizioni prese in questione ed esporre per entrambe le argomentazioni

Naturalmente, nella scelta della struttura non è necessario attenersi in maniera servile a una delle varianti presentate. Nella maggior parte dei casi, queste sono le linee da seguire, ma prendetevi la libertà di adattare qualcosa se questo risulta utile alla strutturazione del vostro testo.

 

I paragrafi aiutano ad orientarsi

 

Successivamente, dovreste pensare alle singole sezioni del vostro testo. Questo è necessario solo quando si sta scrivendo la rispettiva sezione, perché se si pianifica troppo in anticipo, il testo alla fine apparirà molto statico e noioso.

Per ogni sezione prima di tutto è necessario creare un sottotitolo adatto che aiuta il lettore ad orientarsi. Egli dovrebbe quindi poter vedere dal titolo “dove” si trova in questo momento nel testo. Ad esempio, se si scrive un testo sull’introduzione di un nuovo software, il lettore sa direttamente che con il paragrafo “L’implementazione tecnica del software” è arrivato alla fine del testo. Il titolo “Software XY e tecnologia” sarebbe un po’ vago e quindi più difficile da classificare.

Oltre all’intestazione, una sezione ha bisogno anche di una struttura all’interno del corpo del testo, che si può ottenere con l’aiuto di paragrafi. Quanti paragrafi (cioè le interruzioni di riga) all’interno di una sezione hanno senso non possono essere detti in termini generali. Il modo più semplice è leggere nuovamente la sezione dopo averla terminata. Questo si traduce spesso in paragrafi naturali che formano una piccola unità dei sensi all’interno del paragrafo.

Entrate in una seconda caratteristica del prodotto, presentate un’altra argomentazione o fornite un esempio a sostegno della vostra affermazione? Allora di solito è il momento di un nuovo paragrafo. Ma attenzione anche a non rendere le sezioni troppo piccole, perché il testo apparirà rapidamente distorto e il flusso di lettura ne soffrirà. Se dividete le vostre sezioni in paragrafi, anche l’impressione visiva può essere utile. Basta guardare il testo nella sua interezza – se avete un grande blocco di testo davanti a voi nel vostro programma di elaborazione testi, probabilmente mancano ancora alcuni paragrafi di strutturazione. Se, d’altra parte, vedete tre righe in particolare, ha senso mettere insieme alcuni paragrafi. In definitiva, l’esperienza è la chiave per trovare il giusto mix. Come regola empirica, tuttavia, si può ricordare che un paragrafo dovrebbe essere lungo da 50 a 150 parole.

 

Nessuna frase a sé stante

 

Per dare al testo un filo conduttore, è necessario prestare attenzione anche alla struttura della frase. Le informazioni possono anche essere semplicemente allineate una dopo l’altra. Tuttavia, questo è abbastanza noioso e non c’è un flusso di lettura. Anche se le cosiddette “parole di riempimento” sono generalmente disapprovate, possono aiutare a combinare frasi. Questo si traduce in un migliore flusso di lettura e il lettore può seguire il testo più facilmente. Ecco un esempio:

Il mixer ha un motore di 2000 watt. Le sue lame permettono di tagliare la frutta, a dadi o a purea. Il succo può defluire attraverso l’apertura di uscita“.

Grazie al suo motore da 2000 watt, il mixer può tagliare frutta, a dadi o a purea senza fatica. Ha anche un’uscita attraverso la quale il succo può defluire“.

Entrambi gli esempi hanno sostanzialmente la stessa affermazione, ma la prima variante è molto noiosa, poiché qui sono state allineate solo le clausole principali. Nella seconda versione, le proprietà sono correlate tra loro in modo che l’informazione individuale abbia senso per il lettore. Cercate quindi di collegare le informazioni adeguate con mezzi linguistici e di riprendere anche le affermazioni precedenti, se ciò è appropriato dal punto di vista tematico. In questo modo si aiuta il lettore ad orientarsi in modo da non perdere il filo.

 

Ulteriori elementi di strutturazione

 

I testi non sempre devono essere strutturati con l’aiuto di paragrafi e parole vincolanti. Ci sono molte altre misure che possono aiutare a rendere il testo più chiaro e quindi più facile da capire.

Soprattutto nei testi per i blog le liste sono molto popolari. Suddividono il testo e servono a riassumere informazioni importanti, come le caratteristiche del prodotto, argomenti importanti o domande su un argomento specifico. Ha anche senso utilizzare lettere in grassetto e corsivo per evidenziare parole chiave o brevi affermazioni. Assicuratevi, tuttavia, che sia le liste che i punti salienti siano usati solo con moderazione, altrimenti il testo apparirà rapidamente sovraccarico e confuso. Nel caso ideale il lettore dovrebbe essere in grado di riconoscere l’affermazione di base di una sezione per mezzo dei grassetti.

 

Speriamo che questi consigli vi abbiano aiutato a migliorare ulteriormente le vostre abilità come autore. Vi auguriamo un continuo successo!


Post simili


Nessun commento disponibile


Hai una domanda o un'opinione su un articolo? Condividila con noi!

Il tuo indirizzo e-mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati *

*
*

Managed-Service

Desideri che siano altri ad occuparsi di tuoi interi progetti e vuoi però essere sicuro di ottenere testi di alta qualità? Necessiti di altri servizi inerenti la creazione dei contenuti come ad esempio la gestione completa del tuo blog? Inizia a conoscere più da vicino la nostra offerta di Managed-Service e approfitta del nostro pacchetto All Inclusive.

Richiedi un preventivo!

Self-Service

Necessiti di contenuti attuali? Con il Self-Service di Textbroker puoi ordinare il testo che desideri in modo semplice e veloce – e alle migliori condizioni.

Registrati adesso gratuitamente!

L’Expert Center di Textbroker

Lo scopo del nostro Exper Center è quello di informare su tutte le novità riguardanti il Content Marketing, l’ottimizzazione per i motori di ricerca e i testi per il web. Qui i nostri clienti e i nostri autori troveranno articoli informativi, tutorial, video e molto altro.

Scopri di più