Skip to main content

Le tendenze dell’Influencer Marketing nel 2019

Gli influencer sono ancora un fenomeno e una tendenza o sono già parte integrante del marketing di molte aziende? Su piattaforme come Instagram e YouTube, così come su Facebook e tramite blog, molte aziende B2C e B2B lavorano da tempo con gli opinion leader digitali.

Influencer Marketing

 

Sempre più organizzazioni stanno fornendo budget di marketing per lavorare con gli influencer, specialmente per raggiungere un gruppo target più giovane. Secondo la parola stessa, un influencer è una persona che influenza, che viene percepita come credibile dai loro fan. Se un influencer di Instagram è entusiasta di un prodotto, può essere che il giorno dopo il prodotto sia esaurito perché acquistato in massa.

 

Ma la scena sta gradualmente cambiando: l’Influencer Marketing sta crescendo. In questo articolo, esaminiamo la questione di quali tendenze possono essere osservate intorno agli influencer. Spieghiamo anche quali sono i canali più importanti per l’Influencer Marketing. Guardiamo anche a ciò a cui le aziende dovrebbero prestare attenzione quando vogliono collaborare per la prima volta con gli influencer. Può darsi che l’azienda riconosca che il suo argomento o prodotto non è adatto all’Influencer Marketing. Anche in questo caso, quindi, è necessaria un’analisi approfondita per stabilire una strategia valida.

 

Gli influencer sono l’ultima moda – o ci sono sempre stati sotto un nome diverso?

 

Su Internet e sui social media, ogni giorno si estrae dal cilindro una nuova idea. Ma si tratta davvero di idee totalmente nuove e rivoluzionarie o si tratta di concetti vecchi rimodernizzati? Prima degli influencer, le celebrità venivano pagate per tenere tra le mani un prodotto e ridere in direzione della macchina fotografica. Si potevano già definire influencer? Qual è la definizione di Influencer Marketing? Beh, nell’Influencer Marketing, le aziende offrono agli opinion leader digitali, cioè influencer, informazioni e prodotti esclusivi – e una tariffa ragionevole. In cambio, l’influencer parla ai suoi fan del marchio o introduce i prodotti. Il modo esatto in cui lo fa di solito non è fisso, ma il numero di post e la durata della campagna sì!

 

La differenza principale sta nel fatto che i testimonial precedenti avevano già un alto grado di riconoscimento come cantanti, atleti o attori. Gli ambasciatori del marchio di oggi vengono spesso conosciuti prima attraverso i social media, poi vengono pubblicati su riviste classiche e ricevono inviti a programmi televisivi. Alcuni possono anche ottenere un ruolo cinematografico o un lavoro come presentatore. La generazione più giovane guarda pochissima televisione lineare. Sono più propensi a consumare servizi di streaming come Netflix o Amazon Prime o su portali video come YouTube, TikTok o Twitch. Per questo motivo, le aziende hanno bisogno di influencer per raggiungere il giovane gruppo target attraverso le loro piattaforme preferite. Inoltre, i formati pubblicitari classici nelle riviste o in TV attirano poco interesse da parte dei giovani, che li considerano ormai inaffidabili.

 

Su quali piattaforme di social media trovi influencer?

 

Il cosiddetto YouTube Influencer Marketing è molto diffuso. Dal momento che i video sono diventati una categoria di contenuti estremamente popolare, è una buona idea per le aziende avviare collaborazioni con YouTuber popolari e ben noti. Sulla piattaforma video troverete rappresentanti per quasi tutti gli argomenti possibili – dalla bellezza e sport, al bricolage agli esperimenti scientifici. In termini di età, i confini sono da tempo caduti e ci sono anche influencer oltre i 60 anni, attivi e di successo.

 

Con un miliardo di utenti in tutto il mondo, Instagram gioca un ruolo molto importante. Quasi tutte le fasce d’età si trovano ora tra i suoi fan. Oltre alle foto, le storie e i video sono molto popolari. Instagram è anche una piattaforma amichevole con un clima nettamente migliore rispetto a Facebook e Twitter. Le aziende possono quindi presentare i loro prodotti in un ambiente positivo.

 

La piattaforma Pinterest esiste da diversi anni e ha ricevuto un forte impulso nel 2018. Anche qui è possibile trovare influencer di ogni genere; per questo motivo la piattaforma ha acquisito una grande importanza anche come motore di ricerca.

 

Anche i buoni vecchi blog giocano un ruolo importante per l’Influencer Marketing. Il numero di abbonati non è l’unico fattore decisivo, poiché i post dei blog possono raggiungere molte più persone attraverso i vari canali dei social media.

Se il vostro target di riferimento è la generazione molto giovane, sono disponibili anche piattaforme come Snapchat, TikTok (ex Musical.ly) o Twitch.

 

Mani allo smartphone

 

Quanto sono credibili gli influencer?

 

La credibilità della pubblicità classica ha sofferto molto negli ultimi anni. Allo stesso tempo, la popolarità delle piattaforme di recensioni dimostra quanto sia importante che le persone siano valutate da altre persone. Anche se non conoscono personalmente la maggior parte degli influencer, li percepiscono come “persone come me e te”. Gli slogan pubblicitari delle aziende hanno ben poco a che fare con questo. La maggior parte dei fan crede che gli influencer consigliano solo i prodotti che gli piacciono e usano personalmente. Poiché gli ambasciatori del marchio sono spesso poco più grandi, parlano la stessa lingua dei loro seguaci e fanno da tramite tra le aziende e i loro clienti. I fan non sono affatto acritici, ma desiderano oltre a informazioni rilevanti anche un buon intrattenimento.

 

A differenza delle star degli anni ’70 o ’80 che recitavano uno slogan pubblicitario imparato a memoria davanti alla telecamera, gli opinion leader digitali sono più sicuri di sé. Sono riluttanti ad essere limitati da troppe direttive e divieti aziendali. Piuttosto, vogliono integrare i prodotti nel loro canale in modo tale che la raccomandazione appaia autentica e corrisponda agli altri contenuti. Ciò significa che le aziende devono fidarsi degli influencer. Pertanto, prima di pianificare incautamente una campagna con un influencer, è importante esaminare attentamente i loro contributi. L’azienda deve valutare se l’influencer raggiunge il gruppo target desiderato e se il suo aspetto e la sua tonalità corrispondono ai propri prodotti. Idealmente, le organizzazioni si fidano di un influencer esperto. Se l’influencer spiega che i suoi fan sono online solo dalle 20 di sera e rifiutano video troppo lunghi, allora l’azienda dovrebbe credergli. Un influencer professionista potrebbe in ogni caso corroborare tali affermazioni con valutazioni statistiche delle singole piattaforme di social media.

 

I tre tipi di influencer

 

Numero 1, i macro influencer

 

Gli influencer sono generalmente differenziati in base al loro grado di riconoscimento e alla loro portata. Ci sono grandi influencer che sono considerati macro influencer. I macro influencer possono guadagnarsi da vivere con i loro introiti pubblicitari, ricavi di affiliazione o merchandising. Pertanto, sono professionalmente posizionati e conoscono il quadro giuridico. Uno svantaggio, tuttavia, è che nel tempo appaiono meno autentici a causa della loro enorme portata e popolarità. Chiunque si guadagna da vivere con le entrate di un canale YouTube ci penserà due volte prima di rifiutare l’offerta attraente di una grande azienda internazionale. Inoltre, le persone spesso seguono un macro influencer a causa della sua importanza, meno per i suoi argomenti specifici. Per le aziende pubblicitarie, questo significa che raggiungono un gruppo target molto ampio, ma meno specificamente quelle persone che potrebbero essere interessate al loro prodotto.

 

Ragazzo al telefono

 

Numero 2: i micro influncer

 

La categoria successiva sono i cosiddetti micro influencer, che stanno diventando sempre più popolari. Di solito gestiscono il loro canale YouTube o blog come hobby e con molta passione. Poiché non se ne guadagnano da vivere, l’aspetto commerciale è meno importante. Tuttavia, l’uno o l’altro ha l’ambizione di diventare a lungo termine un macro influencer. Come il termine micro influencer già suggerisce, hanno meno portata, cioè meno abbonati su YouTube o un numero minore di fan su Instagram. Essi compensano questo svantaggio con un grande vantaggio. I micro influencer sono considerati particolarmente credibili: rappresentano un argomento specifico. Per dirla più semplicemente: occupano una nicchia appuntita. Ciò significa che sono considerati esperti e appassionati per il loro argomento. Se volete raggiungere persone che sono interessate proprio a questo, potete farlo con il giusto micro influencer. La qualità dei suoi fan è più importante del loro numero e la rilevanza dei suoi contributi è più importante della sua portata. Supponiamo che la vostra azienda produca giacche da pioggia. Non sarebbe interessante lavorare con un influencer che porta regolarmente i suoi fan nei suoi tour ciclistici e nelle competizioni con grande entusiasmo? Quando è pronto a sottoporre la giacca ad un’intensa prova pratica, indirizza la sua esperienza a coloro che sono interessati alle attività all’aria aperta. Coloro che non amano andare in bicicletta difficilmente seguiranno questo micro influencer. La comunità è solitamente caratterizzata da un alto livello di interazione. Se il micro influencer pubblica un contributo su Instagram, il tasso di interazione è più alto. Ciò è dovuto alla focalizzazione dell’argomento e alla più stretta connessione tra micro influencer e fan.

 

Numero 3: i nano influencer

 

Sono persone per le quali il coinvolgimento commerciale attraverso il loro canale di social media è ancora in gran parte impensabile. Se sono convinti di un marchio o di un prodotto, amano fare una raccomandazione autentica. E’ un grande onore per loro poter testare gratuitamente un prodotto; di solito non hanno altre rivendicazioni. Questo tipo di influencer è chiamato anche semplicemente un fan del marchio.

 

Come posso trovare influencer adatti?

 

I presunti e veri influencer sono diventati come la sabbia del mare. Chiunque chieda ai giovani in merito alle loro aspirazioni professionali sentirà più spesso che vogliono guadagnare soldi online – come influencer.

Se la vostra azienda vuole lavorare con un influencer, può assumere un’agenzia per effettuare la selezione. Le agenzie specializzate in influencer applicano un prezzo adeguato per il collocamento. Un po’ più economico è possibile effettuare la ricerca online su una piattaforma di Influencer Marketing.

 

Idealmente, l’influencer selezionato dovrà essere professionale, ma non troppo distaccato. Il rapporto con i suoi fan dovrà essere il più vicino possibile e lui dovrà soprattutto apparire autentico. In termini di contenuto, la vostra azienda e i vostri prodotti dovrebbero corrispondere bene all’influencer e al suo contenuto. I fan del giocatore di computer nerd possono non credere che egli è improvvisamente entusiasta di scarponi da trekking.

Prima di contattare un influencer, dovreste scoprire quanto spesso pubblica contenuti. Verificate anche se ha uno stile distintivo e se ha familiarità con gli aspetti legali e l’ottimizzazione dei motori di ricerca. I suoi testi sono privi di errori e le sue foto di alta qualità? Provoca e insulta con piacere o è piuttosto un contemporaneo amichevole? Come gestisce la sua community? Reagisce ai commenti, alle domande e alle critiche e, in caso affermativo, in che modo? Quanto conosce bene il suo argomento principale e quanto gli interessa? Più passione ha, più il suo contenuto sarà attraente per i suoi fan.

 

 

Come mi rivolgo agli influencer?

 

Non utilizzate lunghi testi o comunicati stampa quando contattate gli influencer. Mostrate loro un approccio amichevole e creativo e fategli capire che avete avuto modo di conoscere i suoi argomenti e contenuti.

 

Per poter lavorare con successo con i macro e micro influencer, è molto importante un approccio mirato e personale. Se si vuole puntare sulla portata, allora sarà necessario rivolgersi a un gran numero di fan di marca o nano influencer. Inoltre, è necessario fornire ai partner di cooperazione le informazioni e i prodotti necessari e monitorare i risultati. A tale scopo è disponibile il software giusto, in modo che possiate controllare comodamente la vostra campagna con un gran numero di partner.

Per trovare influencer affidabili e convincenti, non è sempre necessario effettuare sondaggi su Internet o commissionare un’agenzia. La vostra azienda può anche trovare entusiasti ambasciatori del marchio che amano promuovere il loro datore di lavoro e i suoi prodotti. Stiamo parlando dei cosiddetti Corporate Influencer.

 

Influencer Marketing 2019: una prospettiva

 

L’Influencer Marketing non è una tendenza temporanea, ma una forma consolidata di marketing. Di conseguenza, la sua importanza aumenterà e i budget cresceranno – anche per il B2B Influencer Marketing. Allo stesso tempo, il gioco diventerà più professionale, da parte degli influencer e da parte di aziende e agenzie. I tempi di prova e di errore sono finiti e le aziende stanno rivedendo criticamente la loro cooperazione con gli influencer. Un’analisi mirata del successo porta al fatto che le imprese non investono indiscriminatamente negli influencer. Piuttosto, esaminano da vicino come le campagne influenzano la consapevolezza, l’immagine o – in modo abbastanza piatto – le vendite.


Post simili


Nessun commento disponibile


Hai una domanda o un'opinione su un articolo? Condividila con noi!

Il tuo indirizzo e-mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati *

*
*

Managed-Service

Desideri che siano altri ad occuparsi di tuoi interi progetti e vuoi però essere sicuro di ottenere testi di alta qualità? Necessiti di altri servizi inerenti la creazione dei contenuti come ad esempio la gestione completa del tuo blog? Inizia a conoscere più da vicino la nostra offerta di Managed-Service e approfitta del nostro pacchetto All Inclusive.

Richiedi un preventivo!

Self-Service

Necessiti di contenuti attuali? Con il Self-Service di Textbroker puoi ordinare il testo che desideri in modo semplice e veloce – e alle migliori condizioni.

Registrati adesso gratuitamente!

L’Expert Center di Textbroker

Lo scopo del nostro Exper Center è quello di informare su tutte le novità riguardanti il Content Marketing, l’ottimizzazione per i motori di ricerca e i testi per il web. Qui i nostri clienti e i nostri autori troveranno articoli informativi, tutorial, video e molto altro.

Scopri di più