Skip to main content

Perché commissionare Newsletter conviene, e tanto

Uno dei motivi per cui Textbroker ha goduto e gode da oltre dieci anni di grande popolarità, consiste nel fatto che i clienti possono ordinare praticamente ogni tipo di contenuto immaginabile. Che si tratti di white paper o testi tecnici, o ancora testi pensati per interagire con i lettori, il successo dipende comunque dalla capacità di ottenere visualizzazioni, una parola alla volta. Ci sono però alcune vecchie e care strategie che sono state trascurate da un settore sempre più concentrato sulla SEO. Signore e signori, ecco a voi: le Newsletter.

Sebbene abbiano rappresentato in passato il pilastro delle attività online, ora vengono spesso trascurate, a favore di metodi mirati a raggiungere un pubblico molto più ampio. Dobbiamo invece ricordare che le Newsletter – se sfruttate nel modo corretto – possono rivelarsi potenti armi nell’arsenale delle tue strategie di marketing.

Esaminiamo alcuni importanti motivi per cui le Newsletter possono avere un impatto determinante sul modo in cui la tua azienda viene percepita dal pubblico, nonché alcuni vantaggi che questi approcci di marketing consolidati possono fornire.

 

Rimanere fedeli alle radici digitali

Prima di evidenziare alcuni vantaggi indiscutibilmente efficaci delle Newsletter digitali, è utile comprendere meglio perché queste dovrebbero essere sempre considerate come colonna portante di una qualsiasi campagna di marketing ben costruita. Per farlo, esaminiamo alcune statistiche determinanti per acquisire una visione d’insieme.

Sapevi che le Newsletter via e-mail possono essere fino a 40 volte più efficaci in termini di acquisizione di nuovi clienti, rispetto ad altri metodi come i post sui social media? Non solo risulta uno strumento efficace se vuoi concentrare i tuoi sforzi nella giusta direzione, ma è importante chiarire che tassi di conversione più elevati porteranno nel tempo ad un maggiore ritorno sull’investimento (ROI).

Il Content Marketing Institute ha rilevato che l’83% delle campagne pubblicitarie B2B utilizza ancora le Newsletter come strumento per interagire in modo proattivo con il proprio pubblico virtuale. Queste statistiche evidenziano il fatto inconfutabile che le Newsletter sono a tutti gli effetti potenti strumenti di marketing, soprattutto in considerazione del fatto che i tempi che stiamo vivendo, e le conseguenti incertezze economiche, spingono le aziende online a posizioni e strategie decisamente più pragmatiche. La domanda, quindi, è: perché questo tipo di Content marketing è così prezioso?

 

Sfruttare un mezzo di comunicazione familiare

È molto probabile che tu abbia ottenuto il tuo primo indirizzo e-mail all’inizio o alla metà degli anni ’90. In effetti, alcuni di coloro che leggeranno questo articolo possiedono un’e-mail più vecchia dei loro figli. Questo aspetto è piuttosto importante, perché la posta elettronica rappresenta una delle forme più affidabili di comunicazione online, per via della sua natura intima e familiare. Per questo, è più probabile che i destinatari leggano tutto il materiale che viene loro inviato. È anche interessante notare quali sono le preferenze dell’utente in questo contesto. Uno studio ha rilevato che il 93% degli intervistati preferirebbe ricevere aggiornamenti di un determinato marchio via e-mail piuttosto che su altri canali come le pagine dei social media. Pertanto, è molto più probabile che qualsiasi informazione inviata in questo modo abbia un effetto sul cliente in questione.

Un altro aspetto più generico (e forse ovvio) da sottolineare, riguarda quello che può essere definito come comportamento discriminatorio dei server di posta elettronica come Yahoo! e Gmail. A differenza dei feed dei social media, le Newsletter formattate in modo adeguato e inviate ad un destinatario proattivo, hanno molte meno probabilità di essere considerate come spam o informazioni poco utili. Se una Newsletter viene filtrata direttamente nella propria casella di posta in arrivo, è molto probabile che venga esaminata e letta con attenzione.

Queste considerazioni sono supportate da osservazioni statistiche. Uno studio condotto dalla società di marketing Monetate ha constatato che le campagne di Newsletter via e-mail hanno prodotto tassi di conversione del 4,24%. Anche se questa cifra può sembrare irrisoria a prima vista, teniamo presente che le conversioni dei motori di ricerca sono poco più del 2,4% e le percentuali dei social media sono solo dello 0,59%. Per dirla in parole povere, è probabile che 4 destinatari su 100 agiscano in base ai contenuti ricevuti con la Newsletter.

 

Alla fine, la qualità emerge sempre

Una delle convinzioni più errate e comuni alla maggior parte delle campagne di marketing, è quella di doversi rivolgere ad un pubblico il più ampio possibile. Anche se hai già selezionato precedentemente un determinato target attraverso l’uso di strumenti analitici, i contenuti proposti impatteranno solo su un numero di lettori relativamente limitato. Il problema principale qui riguarda la capacità di selezionare i tuoi contatti.

Chiunque abbia visto il film Americani, è ben consapevole dei problemi che possono comportare determinati lead, come conferma il personaggio interpretato da Jack Lemmon quando, lamentandosi dei pessimi risultati ottenuti nelle vendite, si difende dicendo: “i contatti sono scadenti”. Questo è altrettanto vero all’interno della comunità degli affari online e lead scadenti possono comportare talvolta, il fallimento di intere campagne di marketing. La buona notizia è che le Newsletter consentono al lettore di non ricevere ulteriori aggiornamenti se lo desidera. In altre parole, coloro che invece vogliono continuare a ricevere aggiornamenti è probabile che siano maggiormente ricettivi verso le nuove proposte che hai da offrire. Questa modalità di interazione, proattiva ed intelligente, porterà inevitabilmente a rendimenti più elevati nel tempo.

 

Un segmento unico in una strategia di marketing diversificata

Come il team di Textbroker ha già fatto notare, solitamente le Newsletter non vengono inviate come e-mail non richieste. Sono invece pensate per attirare utenti che hanno già scelto di essere contattati. Questo è anche il motivo per cui le Newsletter sono di solito una parte di una strategia di marketing molto più ampia. Possono essere integrate ed interagire con altri metodi come:

  • post sui social media;
  • feed di Twitter e Instagram;
  • aggiornamenti del sito web e del blog;
  • e-mail generate automaticamente per ricordare ai clienti sconti e promozioni in corso.

In altre parole, le Newsletter tendono a funzionare meglio se utilizzate in combinazione con altre forme di marketing. Tuttavia, dobbiamo anche notare che questo tipo di comunicazione solitamente si riferisce ad offerte o proposte preesistenti, ed è quindi impostata su abitudini di acquisto già comprovate.

 

 

Non solo vendite

Comprensibilmente, alcuni imprenditori pensano che le Newsletter nascano esclusivamente per promuovere prodotti o servizi specifici. Anche se questo può essere vero, dobbiamo avere comunque presente che sono anche un ottimo modo per mantenere i destinatari aggiornati su altri aspetti pertinenti. L’attuale crisi sanitaria globale ne è un perfetto esempio.

A causa di una situazione economica senza precedenti, diversi clienti non vogliono più essere bombardati con le ultime offerte e occasioni. Non per questo vogliono essere tagliati fuori da ciò che accade nell’universo del digitale. È il motivo per cui molte aziende si sono impegnate a creare Newsletter che spiegano ai clienti come le loro politiche siano cambiate a causa delle preoccupazioni per il COVID. Ecco alcuni esempi di titoli che possono aiutare a fidelizzare i clienti, anche e nonostante il contesto anomalo che stiamo vivendo:

  • “In che modo il COVID influenza le nostre decisioni”;
  • “Nuove opzioni di consegna: cosa c’è da sapere”;
  • “Come contattare il nostro personale durante l’emergenza COVID”.

Prima di tutto, possiamo osservare come ognuno di questi titoli si concentri sulle esigenze di chi riceve la mail. In secondo luogo, queste Newsletter dimostrano che l’azienda sta facendo uno sforzo per adeguarsi ad un mercato in continua evoluzione. Sebbene il COVID-19 sia ovviamente il tema principale, simili Newsletter possono essere utilizzate anche per informare i clienti sui cambiamenti delle politiche, su nuovi prodotti stagionali o su semplici aggiornamenti del sito web. La cosa importante da riconoscere è che queste tattiche rappresentano un modo assolutamente efficace per coinvolgere i propri clienti, mantenendoli interessati alla nostra azienda.

 

Un modo efficace e sorprendente di gestire la reputazione online

Sebbene Textbroker sia in grado di creare una vasta gamma di contenuti a costi adattabili alle più varie esigenze, ci sono anche momenti in cui un’azienda potrebbe ritrovarsi con un budget ridotto. Anche se è sempre possibile creare materiale accattivante, la tua clientela potrebbe non essere abbastanza consolidata per avviare una campagna di marketing in piena regola. Proprio in una situazione come questa, lo strumento delle Newsletter si rivela particolarmente efficace.

 

Scegli Textbroker per creare newsletter di successo!

Ordina adesso i tuoi testi con Textbroker

 

Invece che occuparti di problemi logistici come i server di posta elettronica di massa e la gestione della posta elettronica, affida le tue esigenze a terzi. Alcune nuove aziende hanno scelto di acquistare spazi pubblicitari all’interno di Newsletter già esistenti e ben consolidate. Questa scelta potrebbe aiutarti a gestire i costi interni e parallelamente offrirti la possibilità di raggiugere un pubblico utente ben definito. Vale la pena prendere in considerazione questa forma di “piggybacking” digitale, se si spera di attrarre un pacchetto clienti redditizio, senza cercare indirizzi e-mail a caso, che magari inoltrano il tuo materiale automaticamente nella cartella spam.

 

Strategie di marketing user-friendly

Alcune campagne di marketing sono più impegnative di altre. Ci sono momenti in cui un pubblicitario esperto deve trasformarsi in grafico, in esperto di linguaggio HTML o in videomaker. Per le Newsletter è diverso, perché rimangono uno strumento semplice (e tuttavia estremamente potente). I formati sono basici, i modelli “clicca e trascina” possono essere trovati facilmente e il processo di formattazione è intuitivo. In effetti, alcune delle Newsletter più sorprendenti e coinvolgenti possono essere create con software online assolutamente gratuiti. Come dice l’espressione, un euro risparmiato è un euro guadagnato!

 

Controlla i tuoi progressi

A volte è difficile seguire l’evoluzione delle campagne di marketing, e capire se stanno avendo successo oppure no. Ciò può portare a decisioni strategiche errate e potresti persino arrivare a ordinare un pacchetto clienti completamente sbagliato per il tuo target. La buona notizia è che le Newsletter tendono ad eliminare inutili congetture dall’equazione, grazie alla natura del loro approccio, come abbiamo già illustrato. È quindi molto più facile tenere traccia di parametri importanti come:

  • percentuali di clic;
  • conversioni;
  • quali indirizzi e-mail hanno raggiunto il sito web in questione;
  • la frequenza degli ordini effettuati da determinati clienti;
  • quali prodotti sembrano impattare maggiormente sul tuo pubblico.

Queste nozioni sono di assoluta importanza quando si ha a che fare con un mercato online così competitivo.

 

Cosa conviene sapere quando ordini dei contenuti

Ora abbiamo gli strumenti per capire meglio perché le Newsletter dovrebbero rappresentare una componente fondamentale di qualsiasi campagna marketing di successo. Questo ci porta alla questione finale: cosa devi aver definito prima di ordinare i contenuti tramite la piattaforma Textbroker?

Sebbene i nostri autori siano i migliori in quello che fanno, non sono chiaroveggenti e, si sa, la bellezza risiede nei dettagli. Fornirci informazioni utili e pertinenti, contribuirà a garantire che il materiale da noi prodotto attiri i tuoi lettori. Ecco alcune domande a cui rispondere in anticipo:

  • Qual è lo scopo ultimo della Newsletter (come per es. conversioni, informazioni o vendite successive)?
  • Quali sono le parole chiave più rilevanti per il tuo settore?
  • A quale pubblico ti vuoi rivolgere?
  • Quali sono le qualità più importanti dei prodotti/servizi che vuoi promuovere?
  • Hai bisogno di contenuti evergreen o piuttosto adatti alle esigenze del momento?

Queste specifiche forniranno ai nostri autori la chiarezza e la comprensione necessarie per creare una Newsletter indimenticabile.

Se hai recentemente avviato un’impresa online o se vuoi ottenere risultati migliori, è chiaro che questa campagna pubblicitaria ti fornirà un notevole vantaggio per le tue strategie di marketing digitale.

 

Impossibile avere ancora dei dubbi, affidati ai migliori sul mercato

Richiedi ora la tua newsletter su Textbroker!


Post simili


Nessun commento disponibile


Hai una domanda o un'opinione su un articolo? Condividila con noi!

Il tuo indirizzo e-mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati *

*
*

Managed-Service

Desideri che siano altri ad occuparsi di tuoi interi progetti e vuoi però essere sicuro di ottenere testi di alta qualità? Necessiti di altri servizi inerenti la creazione dei contenuti come ad esempio la gestione completa del tuo blog? Inizia a conoscere più da vicino la nostra offerta di Managed-Service e approfitta del nostro pacchetto All Inclusive.

Richiedi un preventivo!

Self-Service

Necessiti di contenuti attuali? Con il Self-Service di Textbroker puoi ordinare il testo che desideri in modo semplice e veloce – e alle migliori condizioni.

Registrati adesso gratuitamente!

L’Expert Center di Textbroker

Lo scopo del nostro Exper Center è quello di informare su tutte le novità riguardanti il Content Marketing, l’ottimizzazione per i motori di ricerca e i testi per il web. Qui i nostri clienti e i nostri autori troveranno articoli informativi, tutorial, video e molto altro.

Scopri di più