Skip to main content
  • Staples Logo

Dall’idea al portale leader del content marketplace

Alla base del concetto di Textbroker risiede la necessità di contenuti unici. Come fornitore di servizi SEO, il fondatore e direttore generale di Textbroker Jan Becker-Fochler ha vissuto personalmente la crescente importanza dei contenuti unici nel mondo del web. I contenuti originali e non duplicati hanno infatti portato ad un miglior posizionamento nei motori di ricerca, più traffico e più vendite. L’idea nacque nel 2005 quando Jan Becker-Fochler iniziò a cercare e motivare autori affinché scrivessero testi per il web. A tal fine sviluppò la prima versione della piattaforma di Textbroker.

In breve tempo si registrarono migliaia di autori che videro in Textbroker una facile possibilità di guadagno tramite la redazione di testi. Ufficialmente Textbroker si presenta nel mercato online nel 2007 attirando l’attenzione di sempre più numerosi autori e migliaia di clienti bisognosi di contenuti SEO redatti su misura: dalla descrizione di prodotto al post per un blog sino ad articoli specialistici in diverse tematiche. Textbroker offre da allora un modo migliore, più veloce, più facile ed economico per ottenere contenuti unici e di alta qualità.

Migliaia di autori e clienti in tutto il mondo, un grande team

Su Textbroker i clienti possono richiedere testi in 36 lingue: tedesco, inglese (USA e Regno Unito), spagnolo, francese, italiano, olandese, portoghese (Brasile e Portogallo), polacco, svedese, danese, finlandese, norvegese, russo e molti altri.

Gli autori di Textbroker lavorano come liberi professionisti e sono quindi molto flessibili: possono consegnare testi da qualsiasi luogo in cui hanno una connessione Internet. Condizioni perfette per un lavoro in rete a livello internazionale. In questo modo, è possibile che in tutto il mondo i madrelingua scrivano per il mercato dei contenuti.

Anche i clienti di Textbroker conoscono i vantaggi della piattaforma: dalle piccole imprese locali, ai portali di viaggio e alle case editrici fino ad alcune delle più grandi aziende del mondo, molti clienti sono convinti dell’offerta di Textbroker. Il mercato dei contenuti funziona per gli operatori di siti web, SEO, web design e agenzie pubblicitarie internazionali perché il portale offre un servizio su misura e il giusto rapporto qualità-prezzo per ogni esigenza. Indipendentemente dal fatto che i clienti vogliano gestire da soli i loro ordini o esternalizzare l’intero processo di lavoro, dalla messa in servizio e revisione fino alla pubblicazione dei test. Textbroker, infatti, si occupa dell’intero processo di creazione dei contenuti in modo che le aziende possano concentrarsi sulle loro competenze chiave.
Nel frattempo Textbroker è diventato un partner completo per il content marketing professionale. L’azienda di Magonza, con un ufficio a Las Vegas e un ufficio a Kiev, offre a oltre 80.000 clienti contenuti scritti da madrelingua in 36 lingue, traduzioni in tutte le lingue e diverse opzioni di servizio di creazione di contenuti. Decine di migliaia di autori, redattori e altri fornitori di servizi di contenuti elaborano più di 100.000 ordini al mese tramite Textbroker e lavorano con ambizione per raggiungere l’obiettivo aziendale: Offer the best content possible to everyone everywhere for every situation.

Pronti per un’ulteriore crescita

La domanda di contenuti personalizzati sta crescendo rapidamente in tutto il mondo. Ciò significa che anche Textbroker deve continuare a crescere. Nel 2013, l’azienda è stata classificata tra le 100 aziende pubblicitarie e di marketing in più rapida crescita nel rinomato “Inc. 5000 Ranking”. Già nel 2010, ViewPoint Capital Partners è stato il primo investitore esterno a fornire capitale di crescita per il mercato dei contenuti, consentendo così l’espansione. Nello stesso anno Textbroker è riuscito a vincere Phillip Thune, esperto di Internet e media, come dirigente di Textbroker US. Dal 2014 Thune è CEO dell’intera piattaforma. Nel novembre 2014, il CFO El-Hadi Zahri ha assunto il ruolo di amministratore delegato di Becker-Fochler, che da allora si è nuovamente concentrato sulla gestione del prodotto. Oggi, Thune, Becker-Fochler, Zahri e ViewPoint insieme hanno posto le basi per il futuro di Textbroker.