Skip to main content

E adesso da dove comincio? Come iniziare a scrivere un testo

Hai anche tu delle difficoltà a scrivere le prime righe di un testo? In questo articolo ti mostreremo come iniziare la scrittura di un testo senza andare nel panico.

Iniziare a scrivere

E adesso da dove comincio? Come autore conoscerai benissimo questa domanda. Probabilmente ogni copywriter si pone questa domanda davanti ad un foglio di carta bianco.

 

Una buona introduzione d’altronde è la chiave del successo di un testo: un incipit accattivante attirerà l’attenzione del lettore, che continuerà a leggere il testo e a restare quindi sulla pagina del nostro cliente.

 

Al fine di superare i primi ostacoli ed evitare il panico iniziale, ci sono alcuni trucchi e standard stabiliti che potranno esserti d’aiuto e che potrai utilizzare direttamente per il tuo prossimo articolo.

 

Regole per scrivere un’introduzione leggibile e accattivante

 

Scrivere un’introduzione accattivante che attiri l’attenzione del lettore può essere una bella sfida. L’inizio di un testo deve, infatti, essere avvincente e offrire esattamente il contenuto giusto nella forma giusta. Fondamentalmente, ci sono alcune linee guida approssimative per l’inizio di un testo che garantiscono un piacevole inizio di lettura:

 

  1. Evitare ripetizioni: succede sempre più volte che il titolo o testo teaser ripeta esattamente le stesse parole dell’introduzione. Questo risulterà troppo noioso e ridondante. Parola d’ordine: varietà. Fa in modo che il titolo non si ripeta nell’introduzione e che questa fornisca un valore aggiunto al testo che il lettore andrà a scoprire.
  2. Le frasi brevi rendono tutto più facile: prestate particolare attenzione all’inizio per non sopraffare il lettore. Soprattutto la prima frase deve essere di facile comprensione. Quindi, se possibile, iniziate con una o due frasi brevi e concise ed evitate di creare una frase con sei righe e otto virgole nello stile del linguaggio scientifico.
  3. Con l’introduzione catturate la giusta attenzione: le prime due frasi dovrebbero convincere il lettore a leggere il vostro testo. La scelta di corteggiarlo cortesemente, sussurrargli tranquillamente un’idea all’orecchio o mobilitarlo provocatoriamente dipende esclusivamente dal gruppo target, dal tipo di testo e dall’argomento del testo. Siate consapevoli di questi tre fattori prima di mettere su carta la vostra prima frase.
  4. Spiegate i vantaggi per il lettore: anche se la prima frase di un testo ha affascinato e catturato il lettore, può sempre succedere che abbandoni il testo nei prossimi paragrafi se non riconosce l’utilità del testo. Soprattutto nei tutorial e nei testi a scopo di marketing, dovreste spiegare al lettore, all’interno delle prime frasi, cosa lo aspetta quando legge il vostro testo e perché dovrebbe sicuramente leggerlo fino alla fine.

 

 

 

4 consigli per un inizio più facile

 

Se siete spesso stanchi di trovare le prime parole giuste, potete usare diversi metodi per facilitare i vostri primi passi. Ci sono molte tecniche contro il blocco dello scrittore, qui una piccola selezione soprattutto per l’inizio del testo:

 

Prima di tutto strutturate il testo: spesso, la mancanza di idee scompare quando si affronta il contenuto esatto di un testo. Durante la ricerca e la preparazione del testo, incontrerete alcuni problemi che il vostro argomento solleva, o fatti interessanti che forniscono il potenziale per un buon inizio di successo.

Arrivate al punto: chiarite l’argomento centrale del testo in una frase, formulatelo come una domanda e rispondete per iscritto a questa domanda. Con questa tesi avete creato una base importante che fornisce una chiara indicazione della necessità, il cosiddetto Pain Point, del vostro lettore. Ora basta dedurre ciò che il lettore vuole veramente sapere e come formularlo in modo tale che il testo susciti la sua curiosità.

L’inizio non deve essere necessariamente l’inizio. Perché preoccuparsi dell’introduzione del testo quando la parte più semplice viene dopo? Le sezioni successive possono spesso essere formulate molto più rapidamente perché qui potete utilizzare le vostre competenze e i risultati delle vostre ricerche. Quindi metti da parte l’introduzione e scrivi i paragrafi successivi. Vedrai: al più tardi, quando si digita la parte finale, ti verrà quasi spontaneo scrivere una meravigliosa introduzione proprio a partire dalla fine. In questo modo avrete un testo che comincia e si conclude con lo stesso stile e tutto il testo avrà più senso.

(Semplicemente) iniziate! Spesso è utile scrivere semplicemente ogni idea che viene in mente, non importa quanto piccola e assurda. Le idee possono essere ulteriormente elaborate, possono maturare e svilupparsi. Ascoltate voi stessi, seguite i pensieri che ruotano attorno al vostro argomento e annotateli – anche non strutturati e del tutto caotici. Ci sarà tempo per mettere in ordine prima di consegnare e ultimare il testo.

 

 

8 modelli per introduzioni di successo

 

La maggior parte degli autori sviluppano routine di scrittura scrivendo man mano più testi. Gli autori più esperti di solito sanno quale sia l’introduzione perfetta dei diversi testi che hanno sottomano e come introdurre il lettore ad un argomento specifico. Ma anche all’autore più esperto a volte mancano le parole. Fortunatamente, nel corso del tempo si sono stabiliti alcune introduzioni di testo che funzionano sempre secondo lo stesso schema e da cui un autore in difficoltà può scegliere.

 

Vi presentiamo otto modi per iniziare un testo, che vi serviranno da modello per i vostri testi.

 

  1. La domanda: se si pone una domanda interessante e pertinente all’inizio, il lettore sarà indotto ad affrontare l’argomento del testo. Specialmente articoli o tutorial, che comunicano in modo molto orientato all’utente, possono ricordare al lettore il suo problema o sottolineare la sua necessità.
  1. Storytelling emozionale o descrizione della situazione: una buona narrazione raggiunge il lettore e può risvegliare emozioni in lui. Se si ottiene questo, allora il lettore rimane sintonizzato e mantiene il tuo articolo nella memoria. Tuttavia, non tutti i testi sono adatti allo storytelling: una storia ha bisogno di un eroe autentico e di una sfida che deve affrontare. Quindi pensa attentamente a come puoi mettere il tuo testo in forma di storia e farlo solo dove è possibile.
  1. La citazione: una buona citazione è un modo semplice ed efficace per iniziare. Tuttavia, l’arte è quella di trovare una citazione davvero adeguata. Online è possibile trovare numerosi portali di citazioni, ma attenzione: le citazioni, se non scelte adeguatamente, sembrano spesso pompose e kitsch. Usatele solo se sono davvero inerenti al contenuto che andrete a trattare.
  1. Una tesi (provocatoria): con una tesi interessante puoi conquistare l’attenzione del tuo lettore in un colpo solo. Soprattutto con dichiarazioni provocatorie fate in modo che i vostri lettori vi ascoltino attentamente. Ma attenzione: preparatevi alle controreazioni quando provocate i vostri lettori. E fate attenzione a non diventare troppo sfacciati e audaci.
  1. Il riassunto: un riassunto sobrio e accurato è particolarmente adatto per argomenti seri e incentrati sulle notizie, ma può anche essere una piacevole e facile introduzione a qualsiasi articolo del blog. Riassumete semplicemente gli aspetti più importanti del vostro argomento e presentateli ai vostri lettori in poche frasi. Tenete a mente la regola delle 5 W.
  1. Il dettaglio interessante: iniziare il testo con un piccolo, curioso dettaglio per attirare l’attenzione del lettore può essere molto efficace. Più interessante è il dettaglio, maggiormente il lettore sarà attratto e resterà a leggere il testo. Fate una ricerca approfondita: spesso piccoli, apparentemente insignificanti aspetti offrono una perfetta possibilità per un buon gancio.
  1. I fatti: anche i fatti apparentemente aridi hanno le carte in regola per fare in modo che il testo venga introdotto con successo. Nel corso della tua ricerca hai trovato dati che illustrano perfettamente un argomento? Avete mai avuto a disposizione risultati di studio che sono esemplari per i problemi del vostro testo? Le informazioni e i fatti sono una base essenziale per l’introduzione del testo, in quanto forniscono al lettore una comprensione esemplare dell’argomento. Assicuratevi di utilizzare dati il più possibile aggiornati, altrimenti il vostro testo apparirà presto ambiguo.
  1. Esempi: l’elencazione di alcuni esempi, che si distinguono in modo esemplare per l’argomento del testo, è un vero e proprio classico per un’introduzione di successo. In questo modo è possibile mostrare al lettore i problemi dell’argomento in modo conciso e succinto.

 

Conclusione: esercitazione e ispirazione aiutano contro le pagine bianche

 

Iniziare a scrivere un testo può essere un lavoro difficile e complicato. Ma se si sviluppano alcune routine e ci si ispira ai a uno dei nostri consigli, introdurre il vostro prossimo testo non sarà più una sfida.

 


Post simili


Nessun commento disponibile


Hai una domanda o un'opinione su un articolo? Condividila con noi!

Il tuo indirizzo e-mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati *

*
*

Managed-Service

Desideri che siano altri ad occuparsi di tuoi interi progetti e vuoi però essere sicuro di ottenere testi di alta qualità? Necessiti di altri servizi inerenti la creazione dei contenuti come ad esempio la gestione completa del tuo blog? Inizia a conoscere più da vicino la nostra offerta di Managed-Service e approfitta del nostro pacchetto All Inclusive.

Richiedi un preventivo!

Self-Service

Necessiti di contenuti attuali? Con il Self-Service di Textbroker puoi ordinare il testo che desideri in modo semplice e veloce – e alle migliori condizioni.

Registrati adesso gratuitamente!

L’Expert Center di Textbroker

Lo scopo del nostro Exper Center è quello di informare su tutte le novità riguardanti il Content Marketing, l’ottimizzazione per i motori di ricerca e i testi per il web. Qui i nostri clienti e i nostri autori troveranno articoli informativi, tutorial, video e molto altro.

Scopri di più