Skip to main content

Una guida pratica su come usare correttamente le parole chiave

Le parole chiave sono ancora una parte importante dell'ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) come termini di ricerca nella ricerca su Internet. Aiutano a decidere la classifica di un sito web – e quindi anche il suo successo. Ecco perché è importante per te come autore sapere come trattare queste parole chiave nel miglior modo possibile. Nel nostro primo tutorial sulle parole chiave hai già ricevuto un aiuto generale e un'introduzione sull'argomento. Qui vi forniremo esempi concreti e vi aiuteremo nella gestione delle parole chiave su Textbroker!

 

Con le giuste conoscenze, è possibile implementare facilmente anche complesse specifiche di parole chiave.

 

Una volta che il cliente ha ricercato le parole chiave appropriate, spetta a voi come autore incorporarle nel testo. Le parole chiave non solo devono essere collocate nel posto giusto, ma devono anche risultare facilmente leggibili. Google e gli altri motori di ricerca valutano infatti non solo la densità delle parole chiave, ma anche il beneficio per il lettore. Se l’articolo apporta un reale valore aggiunto ed è piacevole da leggere, il lettore rimane sulla pagina più a lungo. Questo soggiorno più lungo ha un effetto positivo sulla posizione nell’elenco dei risultati di ricerca. Ecco perché la parola “scrivere per il lettore, non per il motore di ricerca” è così popolare sulla nostra piattaforma.

 

Dove posso trovare le parole chiave negli ordini di Textbroker?

 

Le specifiche del cliente si trovano in un campo specifico tra i dati generali dell’ordine e la descrizione dell’ordine. Qui potete vedere esattamente quali parole chiave il cliente vuole nel testo finito e quale libertà avete quando le inserite:

 

Parole chiave nell'ordine di Textbroker

 

La frequenza delle parole chiave è indicata da un intervallo che non deve essere superato ma che non deve risultare inferiore. Se questo intervallo è impostato a 0, sarai tu a decidere quanto spesso includere la parola chiave nel testo.

 

Ma attenzione: queste informazioni vengono visualizzate solo se il cliente le ha salvate nel sistema. Alcuni clienti scrivono semplicemente le loro parole chiave nel briefing. Leggetelo attentamente, in modo da non trascurare accidentalmente le specifiche.

 

Come faccio a controllare se ho usato tutte le parole chiave?

 

Un consiglio per tutti gli autori che scrivono direttamente nel sistema Textbroker: basta attivare la funzione di conteggio automatico. Cliccando su “Account” e su “Impostazioni” è possibile attivare non solo il backup automatico dei testi, ma anche il controllo automatico delle parole chiave. Se si seleziona questa funzione, il contatore si accende automaticamente. Quindi non deve essere selezionato singolarmente per ogni ordine.

 

Se si scrive il testo direttamente nel campo di inserimento del proprio account dell’autore, è più semplice copiare prima le parole chiave dal contatore direttamente nel campo di testo. Poi basterà integrarle nell’articolo e non dimenticarne nessuna. Se si preferisce scrivere in programmi di scrittura come Microsoft Word o Open Office, è necessario copiare le parole chiave nel documento tutte le volte che devono apparire e contrassegnarle a colori. In questo modo, è possibile tenere traccia delle parole chiave utilizzate e della loro frequenza. Prima dell’invio, è possibile utilizzare la ricerca tramite Str + F per verificare di aver seguito correttamente tutte le istruzioni.

 

Come faccio ad inserire correttamente le parole chiave?

 

La misura in cui l’autore può adattare e modificare le parole chiave è specificata nella descrizione dell’ordine. Il cliente ha la possibilità di utilizzare stop words e flessioni per adattarle grammaticalmente alla frase. Se il cliente non consente flessioni o stop words, non è necessario modificare le parole chiave, tranne che in maiuscolo e minuscolo. È possibile adattarli all’ortografia italiana, perché per il contatore di parole chiave è importante solo l’uguaglianza dei caratteri, e non se si tratta della variante maiuscola o minuscola del carattere. Ad esempio, se viene specificato “città di milano”, è possibile inserire nel testo “città di Milano”.

 

Flessioni

 

Se le flessioni sono consentite, è possibile adattare le parole chiave al testo almeno in termini di grammatica. Questo è particolarmente utile per brevi parole chiave, che sono formate da singole parole e utilizzate per ricerche più generali. Per l’esempio di “negozio online”, questo potrebbe assomigliare a questo:

 

  • Dai un’occhiata al nostro negozio online e ottieni la tua variante preferita a casa”.
  • L’assortimento dei nostri negozi online colpisce per la sua varietà!

 

Poiché la parola chiave nella seconda variante è in forma plurale, non c’è più un’esatta uguaglianza di caratteri. Tuttavia, la radice della parola è ancora così simile alla parola chiave originale che rimane riconoscibile per il contatore di parole chiave e per i motori di ricerca.

 

Stop words

 

Le cosiddette stop words sono particolarmente utili quando si inseriscono le long tail keywords. Questo tipo di parole chiave è costituito da diverse parole che gli utenti inseriscono nelle query di ricerca quando hanno già trattato un argomento in modo più dettagliato. Se si inserissero semplicemente long tail nel testo, non solo sarebbero illeggibili, ma le riconoscereste immediatamente come parola chiave. Per evitare ciò, è possibile inserirle in modo scorrevole nel testo con stop words. Si tratta di alcune parole che si trovano così frequentemente in lingua italiana che i motori di ricerca non ne tengono conto nell’indicizzazione del sito web.

 

Ad esempio, avete spesso visto long tail keywords come “scarpe donna nere” negli ordini per le descrizioni dei prodotti. Ciò potrebbe, ad esempio, essere incorporato nel testo:

 

– Stai cercando scarpe da donna nere? Allora, grazie alla pratica funzione di filtro del nostro negozio online, troverete rapidamente ciò che state cercando”. (senza flessione)

 

– Se, ad esempio, state cercando scarpe per donne in nero, potete utilizzare la nostra pratica funzione di filtro per visualizzare i risultati di ricerca corrispondenti”. (con flessione dell’aggettivo nere)

 

Ci sono alcuni punti di cui dovreste essere a conoscenza anche in questo caso. Da un lato, l’ordine delle parole deve essere mantenuto. D’altra parte, i componenti della parola chiave a coda lunga non devono essere separati da più di due parole di stop. Se ne usi tre o più, sono troppo distanti e non saranno più conteggiati.

 

 

Primo soccorso per gli errori delle parole chiave

 

Possono verificarsi errori durante l’inserimento degli ordini, specialmente quando si tratta delle parole chiave. Dalla selezione di parole chiave doppie a semplici errori di digitazione o di immissione. Ecco le soluzioni per i problemi più comuni.

 

Cosa devo fare quando il cliente non fornisce altre informazioni oltre alla parola chiave stessa?

 

In questo caso si ha completa libertà nell’inserimento e nel posizionamento delle parole chiave. Tuttavia, ci sono alcune linee guida o “best practices” che dovreste osservare:

 

  1. Posizionamento ottimale: la parola chiave dovrebbe essere nel titolo principale, in almeno uno dei sottotitoli, all’inizio e alla fine del testo.
  2. Distribuzione uniforme: assicurarsi che le parole chiave non siano posizionate in un elenco, una accanto all’altra, ma siano distribuite nel modo più uniforme possibile sul testo.
  3. Ottimizzazione semantica: per garantire un buon posizionamento, il testo dovrebbe contenere anche i termini semanticamente legati alla parola chiave e sinonimi.
  4. Metadati: Se il cliente desidera dei metadati, ad esempio meta description e meta title, didascalie, didascalie di immagini, ecc.
  5. Densità di parole chiave: anche se si ha la massima libertà possibile senza specifiche, si dovrebbe evitare il cosiddetto spamming delle parole chiave. Raccomandiamo generalmente che le parole chiave non dovrebbero rappresentare più del 4% del numero totale di parole.

 

Cosa devo fare quando il cliente non permette flessioni e stop words?

 

In linea di principio, è necessario utilizzare le parole chiave nel testo esattamente come il cliente le ha specificate. Se non sono ammesse né stopwords né flessioni, questo può essere intenzionale. È anche possibile che il cliente abbia semplicemente dimenticato di selezionare queste opzioni al momento della creazione dell’ordine. Chiedete loro informazioni tramite il nostro sistema di messaggistica e spiegate le vostre preoccupazioni. Se non ti contatta o se il tempo di elaborazione si avvicina alla fine, consegnate il testo così come richiesto dal cliente. Una richiesta di modifica può essere utilizzata per adattare in seguito frasi stilisticamente poco attraenti.

 

Cosa devo fare quando le parole chiave sono state scritte male?

 

Lo stesso vale qui: usa le parole chiave come specificato. Questo perché gli errori di ortografia nelle parole chiave possono essere l’intenzione del cliente, ad esempio se ci sono più richieste di ricerca per l’ortografia “sbagliata” o insolita e vuole ottimizzare il suo sito web di conseguenza. Se l’errore risiede solo nelle lettere maiuscole e minuscole, è sufficiente adattarle e utilizzare la variante corretta. Per il nostro contatore di parole chiave solo l’uguaglianza dei caratteri è decisiva.

Se non siete ancora sicuri, contattate il cliente tramite il nostro sistema di messaggistica e controllate se ha realmente bisogno delle parole chiave in questo modo. In tal caso, si può semplicemente inviare il testo. Se si tratta di un errore di battitura – questo può accadere anche al cliente più attento – contattate l’assistenza. Se l’ordine è già in corso di elaborazione, il cliente non può più cambiare le parole chiave, lo staff di Textbroker però può farlo.

Se devi usare l’ortografia sbagliata perché il cliente la vuole in questo modo, non sarai accusato di un errore nel feedback dei nostri editori. In questo caso, è sufficiente contattare tramite mail l’assistenza e far correggere la valutazione.

 

Cosa devo fare quando il contatore di parole chiave non conta correttamente?

 

Hai scritto il testo e inserito tutte le parole chiave – ma il contatore mostra ancora che non tutti i termini sono inclusi? Questo può essere un errore tecnico. D’altra parte, è possibile che le parole chiave o i loro componenti si ripetano o si sovrappongano. Prendiamo come esempio le seguenti specifiche delle parole chiave:

 

  • casa: da 4 a 5 volte
  • acquistare una casa: da 1 a 2 volte
  • affittare una casa: da 1 a 2 volte

 

I termini “acquistare una casa” e “affittare una casa” sono abbastanza diversi da permettere al contatore di distinguerle. Ma la singola parola “casa” è essa stessa una keyword e fa parte delle due parole chiave a coda lunga. Siamo in presenza di una sovrapposizione qui. Quindi il contatore registrerebbe solo la singola parola chiave e contrassegnerebbe le altre due come mancanti. In tal caso, vi preghiamo di contattare l’assistenza autori. Noi di Textbroker possiamo infatti impostare il contatore a 0, in modo che la consegna sia possibile senza problemi. Assicurati che le keywords siano effettivamente contenute nel testo tutte le volte specificate dal cliente.

 

In poche parole

 

Prima ancora di iniziare a scrivere un testo guardate attentamente le specifiche delle parole chiave sopra la descrizione del lavoro:

 

  1. Le flessioni e le stop words sono concesse?
  2. Le parole chiave sono scritte correttamente?
  3. Ci sono duplicazioni o sovrapposizioni che interessano il contatore e rendono difficile la presentazione?

 

Se trovate errori o avete domande sulle specifiche, contattate direttamente il cliente e chiarite tutto con lui. Spesso una soluzione può essere trovata rapidamente. La scadenza si sta avvicinando e non si ottiene una risposta dal cliente? Allora l’assistenza di Textbroker ti Può essere d’aiuto. Saremo lieti di aiutarti in modo che tu possa inviare il testo. Ricordatevi che l’assistenza autori italiana è disponibile dal lunedì al giovedì dalle 9 alle 14, se non diversamente specificato.


Post simili


Nessun commento disponibile


Hai una domanda o un'opinione su un articolo? Condividila con noi!

Il tuo indirizzo e-mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati *

*
*

Managed-Service

Desideri che siano altri ad occuparsi di tuoi interi progetti e vuoi però essere sicuro di ottenere testi di alta qualità? Necessiti di altri servizi inerenti la creazione dei contenuti come ad esempio la gestione completa del tuo blog? Inizia a conoscere più da vicino la nostra offerta di Managed-Service e approfitta del nostro pacchetto All Inclusive.

Richiedi un preventivo!

Self-Service

Necessiti di contenuti attuali? Con il Self-Service di Textbroker puoi ordinare il testo che desideri in modo semplice e veloce – e alle migliori condizioni.

Registrati adesso gratuitamente!

L’Expert Center di Textbroker

Lo scopo del nostro Exper Center è quello di informare su tutte le novità riguardanti il Content Marketing, l’ottimizzazione per i motori di ricerca e i testi per il web. Qui i nostri clienti e i nostri autori troveranno articoli informativi, tutorial, video e molto altro.

Scopri di più