Skip to main content

Best Practice: strategie per il Content Marketing – 3° parte

La terza parte della nostra serie "Best Practice" prende in esame nuove strategie di Content Marketing. Le parole chiave in questo caso sono innovazione e intrattenimento. Scoprite di cosa si tratta in dettaglio.

Foto Social di Ikea, grafici interessanti della Fast Company e terribili istantanee della Nightmare's Fear Factory

Ikea: mobili e marketing

Anche il mobilificio Ikea sa come fare un buon Content Marketing. La multinazionale che, secondo fonti interne, ha fatturato nel 2013 circa 27,9 miliardi di Euro, è capace di trasformare idee e prodotti in contenuti di alta qualità, e come tali li propone sapientemente sul mercato. E non stiamo parlando di magazine patinati o di grandi community: a volte bastano anche soluzioni semplici, come dimostra l'esempio seguente.

Fonte: http://www.ikea.com/ms/it_IT/customer_service/servizi/cataloghi_e_brochure/index.html

L'idea di Content Marketing: entusiasmare con poco

Già nel 2009 l'Ikea festeggiava il successo di una semplice attività su Facebook. L'azienda pubblicava sulla sua pagina diverse foto di uno showroom Ikea completamente arredato, invitando i propri fan a taggare gli oggetti d'arredamento con il proprio nome. Chi ci riusciva per primo, riceveva l'oggetto direttamente a casa.

Anche se quest'iniziativa andava chiaramente contro le regole di Facebook, centinaia di utenti si diedero da fare nel commentare, cliccare e taggare le foto, diffondendole in maniera virale sulla rete. In poco tempo gli utenti cominciarono a richiedere più foto. La stessa Ikea raggiunse il clou del marketing, nel momento in cui ne fece un video, grazie al quale superò i confini di Facebook. Con metodi semplici l'azienda riuscì a coinvolgere ed entusiasmare i propri utenti, segnando un gran successo in termini di marketing.

Cosa abbiamo imparato

A volte non c'è bisogno di impegnarsi tanto in strategie di marketing per mettere a segno un colpaccio. Provate a pensare anche in piccolo, ma in modo innovativo. Importante in ogni caso è riuscire a entusiasmare il vostro target di utenti, stimolandolo a interagire con voi. Se possibile, cercate di andare oltre i soliti "lascia un commento" o "clicca mi piace". Sappiate trasmettere una sensazione di gioia, o addirittura appartenenza, risvegliando in loro uno spirito competitivo. Avere un piccolo obiettivo davanti agli occhi può servire come grossa leva.

Fast Company: pensare fuori dagli schemi

Il magazine americano Fast Company vuole intendersi come leader mondiale nel mercato dei Business Media, in particolar modo nel settore delle tecnologie, design e business. Con i suoi contenuti, questo magazine vuol ispirare lettori e utenti, a guardare oltre i confini, stimolarli alla conversazione e condurli verso il business "futuro". Una rivista che punta in alto. La versione online FastCompany.com colpisce per l'ambizioso disegno e per l'attualità dei suoi contenuti. Un'esplosione di articoli pimpanti, prospettive innovative e creatività. Una buona base per un buon content marketing.

L'idea di Content Marketing: puro "Infotainment"

L'idea di un magazine che faccia tendenza in fatto di Content Marketing può non convincere tutti. E in effetti, il compito principale di una rivista dovrebbe essere quello di produrre contenuti, non certo quello di attrarre aziende con strategie di Content. È anche vero che i contributi su FastCompany.com rappresentano la pubblicità ideale per spingere l'edizione cartacea ed è altrettanto vero che l'Infotainment calza a pennello nella strategia di Content Marketing.

Con l'iniziativa "Infographic of the day", il magazine dimostra quotidianamente, come informare gli utenti senza diventare noiosi. Il sito prepara ogni giorno un tema interessante sotto forma di infografica, in modo professionale, accompagnandolo spesso a contenuti di testo. Si va da temi bizzarri, come i simboli esoterici che si nascondono dietro le interfacce di alcuni utenti, fino a fatti importanti, come per esempio panoramiche sulle aspettative di vita in determinati paesi. Con il linguaggio della grafica, la redazione si propone di spingere l’utente a pensare fuori dagli schemi. E ci riesce! I diagrammi pubblicati ottengono sempre centinaia di "mi piace", commenti e tweets.

Fonte: http://www.fastcodesign.com/3024507/infographic-of-the-day/infographic-where-do-people-live-the-longest

Cosa abbiamo imparato

Fast Company, grazie alla sua "Infographic of the day", mostra due aspetti importanti:

1. Le informazioni non necessariamente sono noiose. Sappiate intrattenere e informare allo stesso tempo i vostri utenti. Una riuscita combinazione tra informazione e intrattenimento porta sempre buoni risultati.

2. Siate pionieri e osate percorrere la vostra via. Solo così saprete ottenere contenuti originali, con un vero valore aggiunto per i lettori. Non abbiate timore di provare a trattare un tema nuovo e inusuale, insomma: basta con la solita minestra!

Content Marketing: il consiglio da portarsi a casa

Anche Bugs Bunny lo sa: "ridere fa bene". Stimola gli ormoni della felicità e anche sentimenti positivi. Un buon Content Marketing è capace anche di questo, e difatti, questa volta, il consiglio che vi diamo da portare a casa è il seguente: fate ridere i vostri utenti.

Fonte: www.nightmaresfearfactory.com

Come funziona, ve lo fa vedere la "Nightmare's fear factory", vicino alle cascate del Niagara, in Ontario, Canada. I gestori di questo parco sono riusciti a unire tremito e risata, stimolando nei visitatori associazioni positive e ottenendo quindi più traffico sulla loro pagina web.

La "Nightmare's fear factory" è una casa degli orrori, dove i visitatori vengono fotografati o ripresi con la telecamera in alcuni determinati momenti. Le istantanee di soggetti sofferenti e spaventati vengono pubblicate sulla pagine web dell'azienda, e nella propria sequenza fotografica su flickr. Momenti raccapriccianti, dove si vedono tizi che si nascondono dietro la fidanzata, fino a pose bizzarre, che sembrano voler dire "se adesso chiudo gli occhi, nessuno mi può vedere". Dopo lo spavento iniziale, arriva il sollievo, per ridere poi di gusto, una volta viste le immagini. Così si creano emozioni positive, si ottengono utenti soddisfatti, MA NON SOLO: così aumenta anche il traffico sulla vostra pagina.

Altri capitoli della nostra serie "Best Practice: strategie per il Content Marketing", come altri contributi sul tema, li potete trovare sul nostro Blog Textbroker.


Post simili


Nessun commento disponibile


Hai una domanda o un'opinione su un articolo? Condividila con noi!

Il tuo indirizzo e-mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati *

*
*

Managed-Service

Desideri che siano altri ad occuparsi di tuoi interi progetti e vuoi però essere sicuro di ottenere testi di alta qualità? Necessiti di altri servizi inerenti la creazione dei contenuti come ad esempio la gestione completa del tuo blog? Inizia a conoscere più da vicino la nostra offerta di Managed-Service e approfitta del nostro pacchetto All Inclusive.

Richiedi un preventivo!

Self-Service

Necessiti di contenuti attuali? Con il Self-Service di Textbroker puoi ordinare il testo che desideri in modo semplice e veloce – e alle migliori condizioni.

Registrati adesso gratuitamente!

L’Expert Center di Textbroker

Lo scopo del nostro Exper Center è quello di informare su tutte le novità riguardanti il Content Marketing, l’ottimizzazione per i motori di ricerca e i testi per il web. Qui i nostri clienti e i nostri autori troveranno articoli informativi, tutorial, video e molto altro.

Scopri di più