Skip to main content

Consigli per gli autori: una ricerca di successo su Internet

Qual è il modo migliore per cercare informazioni su Internet e quali fonti sono consigliate? In questo post del blog spieghiamo passo dopo passo come fare una ricerca in modo efficiente e con successo.

 

La paura dell’autore della pagina bianca o dello schermo bianco è grande. Chi scrive le prime frasi si rilassa e il testo scorre come per magia. Meglio ci si prepara per il testo, più facile è iniziare. Pertanto, una ricerca approfondita è il primo passo cruciale. Anche se avete familiarità con un argomento, dovreste prima fare una ricerca approfondita. In questo modo vi assicurerete di essere aggiornati e di tenere conto di tutte le informazioni importanti.

 

Per ottenere i risultati desiderati, è necessario porre le domande giuste. Chiedete al vostro cliente ulteriori informazioni se il briefing non è abbastanza preciso. Non dovete preoccuparvi di disturbare il cliente. Meglio una domanda in più all’inizio che un via vai di richieste di revisione: sono una perdita di tempo e irritano il cliente insoddisfatto. Se fate domande specifiche e concrete, il cliente sarà contento perché vedrà il vostro sforzo e spirito di collaborazione.

 

Google e i suoi concorrenti

 

Il motore di ricerca Google è un buon punto di partenza: non a caso “googlare” è già un termine comune per la ricerca su internet.

 

Google motore di ricerca

 

Utilizza la ricerca raffinata di Google. In basso alla pagina di Google potete cliccare su Impostazioni e scegliere la “Ricerca avanzata”. Se state scrivendo su un argomento in rapida evoluzione o volete apprezzare appieno le ultime scoperte, vi consigliamo di limitare il vostro tempo. Alla voce “ultimo aggiornamento” potete selezionare ad esempio “nell’ultimo anno”. Il motore di ricerca vi mostrerà quindi solo gli articoli che hanno meno di un anno – o quelli che sono stati aggiornati in questo ultimo anno.

 

Google ha la quota di mercato di gran lunga più alta tra i motori di ricerca, davanti a Bing e Yahoo. Tuttavia, a seconda dell’argomento, un motore di ricerca specializzato o un metamotore di ricerca può essere più utile. Se state facendo ricerche su argomenti scientificamente validi, potete utilizzare il provider statunitense WorldWideScience. Se si desidera cercare nel maggior numero possibile di fonti di informazione, vale la pena utilizzare un metamotore di ricerca. Invia la tua richiesta a un gran numero di motori di ricerca, raccoglie tutti i risultati e te li presenta in forma preparata. Il più grande e conosciuto metamotore di ricerca è Metager: interroga fino a cinquanta motori di ricerca ed è offerto da un’associazione senza scopo di lucro in collaborazione con l’Università Leibniz di Hannover. Il motore di ricerca solo inglese WolframAlpha offre risposte dettagliate alle vostre domande invece di link.

 

Inizia la tua ricerca con Wikipedia

 

Molti copywriter utilizzano Wikipedia come prima porta di accesso. Soprattutto per i termini di ricerca generici, Google spesso ne suggerisce l’inserimento nella prima pagina dei risultati di ricerca. Wikipedia è un ottimo modo per avere una prima panoramica di un nuovo argomento. Tuttavia, non esiste una definizione per tutti i termini. A volte è scritto sopra un articolo o una sezione di un articolo che non è sufficientemente documentato (prova dettagliata). Anche se questo non è il caso, Wikipedia deve essere trattata con cautela. La qualità dei singoli contributi varia notevolmente. L’elenco dei link web e dei singoli riferimenti alla fine di ogni voce di Wikipedia aiuta a valutare la qualità del contributo e consente una ricerca più approfondita.

 

Ricerca tramite Twitter

 

Oltre ai motori di ricerca e a Wikipedia, potete trovare quello che cercate sulle piattaforme dei social media. La piattaforma di microblogging Twitter è particolarmente utile per la ricerca di un argomento. Su Twitter, inserisci il tuo termine preceduto da un hashtag e senza spazi intermedi, ad esempio digitando #Chatbot quando cerchi informazioni sui chatbot, riceverai tutti i tweet che contengono questa parola. La maggior parte dei messaggi brevi contiene link a post sui chat bot. In questo modo, troverete una varietà di fonti in diversi media, dai blog privati ai media ad alta visibilità. Per impostazione predefinita, Twitter mostra per prima cosa i tweet “Popolari” sull’argomento di interesse, dando priorità ai tweet provenienti da account di alto livello o ai tweet che sono stati spesso “twittati” e o condivisi. Se state lavorando su un argomento di attualità, può essere utile cambiare i risultati da “Popolari” a “Recenti”. Vedrete quindi gli ultimi tweet in ordine cronologico.

 

Ispirazione visiva per la ricerca su Instagram, Pinterest e YouTube

 

Per idee visive, fate la vostra ricerca sulla piattaforma fotografica Instagram. Molti utenti vi lavorano con gli hashtag e otterrete alcuni suggerimenti se inserite il vostro termine di ricerca. Anche Facebook può essere utilizzato per una ricerca, ma gli hashtag sono utilizzati meno intensamente. Se siete più il tipo visivo, potete anche utilizzare Pinterest e YouTube per le vostre ricerche. Pinterest non è tanto una classica piattaforma di social media, quanto piuttosto un motore di ricerca che ti dà rapidamente un sacco di idee.

 

Su YouTube troverete innumerevoli video esplicativi e tutorial in cui le persone spiegano ogni sorta di cose, possibili e impossibili. Non si tratta di semplici consigli di trucco per adolescenti o giochi per computer, ma anche di molti argomenti tecnici. La gamma si estende da argomenti scientifici a consigli di artigianato ad arte e letteratura. Anche qui bisogna guardare da vicino chi produce i video. Scoprirete presto che non solo ci sono esperti con molti anni di esperienza professionale, ma anche registi amatoriali che realizzano video per il bene dell’attenzione. Date quindi un’occhiata alla descrizione alla voce “Informazioni sul canale”. Lì troverete link a siti web o ad altri social media dell’operatore.

 

Come faccio a sapere se una fonte è affidabile?

 

Una volta trovati alcuni link e fonti tramite un motore di ricerca a scelta, Wikipedia o un canale di social media, inizia davvero il lavoro. A differenza di un libro stampato, che è soggetto a editing e revisione, si sa poco su come garantire la qualità dei siti web e dei blog. Ecco perché vi imbatterete sia in articoli di alta qualità e ricercati che in articoli di scarsa qualità. Come fare allora a identificare la qualità di una fonte? Se è la pagina consolidata di un giornale di successo di lunga data come “La Repubblica” o “National Geographic“, ci si può aspettare un minimo di qualità. In questo caso è anche meno importante cercare il nome del rispettivo autore.

 

Se il motore di ricerca vi suggerisce un sito web che non conoscete, prima di tutto guardatelo da vicino. Titoli emozionanti abbinati a foto appariscenti e testi con errori di ortografia dimostrano che il sito non è molto serio. Se autori diversi scrivono sullo stesso blog, guardateli da vicino. Di solito si trovano il nome, una foto e una breve biografia dell’autore sopra o sotto l’articolo, a volte anche accanto ad esso. Dalla formazione, dall’esperienza professionale e dalle attività attuali dell’autore si può già capire se l’autore è un esperto del vostro argomento.

 

Arrivare al cuore dell’informazione con una ricerca approfondita

 

Matriosca

 

Internet a volte assomiglia alla bambola russa Matriosca, dove una bambola più piccola è nella successiva più grande. Cercate sempre di trovare l’autore di una dichiarazione o di uno studio per arrivare al nocciolo tecnico di un argomento e ottenere una dichiarazione affidabile. Se vi imbattete in un articolo che riporta i risultati di uno studio, non accontentatevi di questo riassunto. Se l’articolo menziona il nome del rapporto, dello studio o del sondaggio, è facile trovare il lavoro stesso. Con poche eccezioni, tali studi sono disponibili gratuitamente, oppure è possibile scaricarli fornendo alcuni dati personali. Assicuratevi di includere riferimenti corretti nel vostro testo se includete i risultati di tali studi. Nella maggior parte dei casi, gli editori degli studi forniscono alle persone di contatto anche numeri di telefono e indirizzi e-mail. Se avete una domanda particolarmente delicata sull’argomento, potete contattare direttamente gli autori.

 

Utilizzare pagine di esperti per argomenti specialistici

 

Pensate attentamente a chi può essere considerato un esperto per il vostro argomento. Supponiamo che siate coinvolti nei diritti dei dipendenti. Non avrebbe senso fare ricerche sui siti web dei sindacati? Una buona idea, ma dovresti fare un passo avanti per un articolo equilibrato. I sindacati sono dalla parte dei dipendenti e rappresentano i loro interessi. Se si guarda anche a ciò che hanno da dire i rappresentanti dei datori di lavoro, cioè le associazioni dei datori di lavoro, si ottiene un quadro più completo dei diritti dei lavoratori. A seconda di quanto si vuole approfondire l’argomento, può essere utile anche cercare testi giuridici. Questi sono facili da trovare su Internet nella loro formulazione attuale, anche se gli operatori del sito web a volte sottolineano che questa non è la versione ufficiale. Se non volete citare, ma volete solo informarvi sull’argomento, le informazioni sono comunque sufficienti.

 

Conclusione

 

In sintesi, possiamo dire che una ricerca approfondita è essenziale per avere buoni testi e supporta e accelera il processo di scrittura. Iniziate con un motore di ricerca generale, Wikipedia o una piattaforma di social media e approfondite l’argomento passo dopo passo. Prestate sempre attenzione all’affidabilità delle fonti e controllate chi c’è dietro gli articoli e i siti web.


Post simili


Nessun commento disponibile


Hai una domanda o un'opinione su un articolo? Condividila con noi!

Il tuo indirizzo e-mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati *

*
*

Managed-Service

Desideri che siano altri ad occuparsi di tuoi interi progetti e vuoi però essere sicuro di ottenere testi di alta qualità? Necessiti di altri servizi inerenti la creazione dei contenuti come ad esempio la gestione completa del tuo blog? Inizia a conoscere più da vicino la nostra offerta di Managed-Service e approfitta del nostro pacchetto All Inclusive.

Richiedi un preventivo!

Self-Service

Necessiti di contenuti attuali? Con il Self-Service di Textbroker puoi ordinare il testo che desideri in modo semplice e veloce – e alle migliori condizioni.

Registrati adesso gratuitamente!

L’Expert Center di Textbroker

Lo scopo del nostro Exper Center è quello di informare su tutte le novità riguardanti il Content Marketing, l’ottimizzazione per i motori di ricerca e i testi per il web. Qui i nostri clienti e i nostri autori troveranno articoli informativi, tutorial, video e molto altro.

Scopri di più