Skip to main content

Corona Content Marketing (CCM): un nuovo mondo coraggioso

“Scritta in cinese, la parola ‘crisi’ è composta di due caratteri. Uno rappresenta il pericolo e l’altro rappresenta l’opportunità.”

– John F. Kennedy

 

Stiamo davvero vivendo tempi senza precedenti. Sono finiti i giorni in cui una leggera fluttuazione sul mercato Forex o una decisione presa dall’amministrazione Trump allertavano tutti i principali organi di informazione.

Nei titoli adesso dominano parole come “quarantena”, “distanziamento sociale” e “lockdown”. Sebbene non vi sia dubbio che la pandemia globale COVID-19 abbia già messo a dura prova il nostro senso di normalità, la questione di base è che il termine “business as usual” non trova più applicazione nel nostro quotidiano.

Innumerevoli aziende annaspano a causa di una recessione economica mondiale, mentre altre imprese fisiche sono già state costrette a chiudere i battenti, senza sapere se e come riapriranno.

Cosa significa questo per il mondo dell’e-commerce e del Content Marketing online? In che modo i titolari di aziende digitali possono gestire le situazioni sopra descritte? Prima di tentare di rispondere a queste domande, è importante tenere a mente alcune sorprendenti considerazioni sul perché la gestione di un business online potrebbe preservarti da questa situazione così labile.

 

I vantaggi di un’impresa online durante i periodi di crisi

 

Secondo statistiche redatte all’inizio di aprile, ben oltre tre miliardi di individui sono in qualche modo danneggiati dalla situazione. Questa cifra è andata via via aumentando fino a superare la metà della popolazione mondiale. Non sorprende quindi che gli acquisti tradizionali siano stati sospesi a tempo determinato. Alcuni dei settori più duramente colpiti includono:

  • compagnie aeree e agenzie di viaggi;
  • trasporti e spedizioni;
  • hotel e strutture ricettive;
  • vendita al dettaglio.

Naturalmente, questo elenco continuerà a crescere in proporzione diretta alla portata e all’entità della pandemia. I negozi al dettaglio hanno già sofferto di questa situazione e la dura verità è che (per ora) i governi non sanno quando potranno cominciare ad allentare le restrizioni.

Tuttavia, non possiamo dimenticare che in ogni situazione c’è sempre un lato positivo. Alcuni settori dell’economia continuano a funzionare bene, come per esempio:

  • Amazon e Amazon Prime;
  • eBay;
  • AliExpress.

Diverse sono le ragioni. Anzitutto il fatto che i consumatori possono acquistare beni e servizi comodamente da casa propria. È poi abbastanza facile navigare tra le innumerevoli categorie e i prezzi riscontrati sui portali sono spesso più vantaggiosi rispetto ai negozi tradizionali. È quindi chiaro che le aziende online si trovano a sostituire in certa misura le aziende tradizionali, per lo meno nei tempi attuali.

 

Le statistiche non mentono

 

Senza minimizzare le conseguenze negative nel settore del commercio al dettaglio, è comunque importante evidenziare le statistiche recenti che illustrano chiaramente una tendenza verso il settore dell’e-commerce. Ecco alcuni dati interessanti raccolti da Digital Commerce 360:

  • gli ordini online negli Stati Uniti sono aumentati del 56% negli ultimi due mesi;
  • la crescita dell’e-commerce associata alla regione Asia-Pacifico è aumentata del 78%;
  • gli ordini online in tutta l’Europa occidentale e centrale sono aumentati del 48% tra marzo e l’inizio di aprile.

Ovviamente, sappiamo da tempo che la popolarità del settore della vendita online si sta espandendo ad un ritmo che si può definire vertiginoso, e potrebbe essere proprio una crisi internazionale – ironia del caso – a portare le vendite online e le conversioni a risultati mai visti prima.

Un’altra criticità riguarda la durata dell’attuale epidemia di COVID-19. Non esiste ancora una strategia di uscita sicura ed efficace. Anche gli esperti all’interno della comunità scientifica concordano sul fatto che passeranno mesi prima di poter revocare la maggior parte delle restrizioni. Considerando il fatto che alcune parti del mondo come l’Africa, l’India e l’America Latina devono ancora subire a pieno le conseguenze di questa pandemia, diventa chiaro che non ne usciremo tanto presto.

Questo è il motivo per cui il cambiamento di paradigma e le conseguenze che questo comporta, diventeranno comprensibili solo in una prospettiva a lungo termine. Gli acquirenti soddisfatti dalla praticità dell’acquisto online probabilmente non cambieranno le abitudini acquisite, una volta allentate le misure di lockdown. Questo è il motivo per cui coloro che attualmente possiedono un’attività online devono saper sfruttare le potenziali opportunità che si presentano loro. Se sapranno approfittare delle soluzioni fornite dal Content Marketing, potranno soddisfare le richieste di un mercato globale sempre più interconnesso. Quali sono le soluzioni infallibili da adottare e in che modo Textbroker può contribuire ad ottimizzare le vostre attuali strategie?

 

Lascia che un copywriter esperto massimizzi la tua presenza online!

Ordina adesso i tuoi testi con Textbroker!

 

Un’altra freccia nell’arco del Content Marketing

 

SEO, PPC, CRM e CTA. Questi sono solo alcuni degli acronimi che si trovano nel “minestrone di parole” di cui si compone il Content Marketing online. A questo elenco si aggiunge ora anche l’acronimo CCM (Corona Content Marketing). Come avrai già intuito, le metodologie associate al CCM saranno leggermente diverse rispetto all’ approccio solitamente utilizzato in tempi normali.

La prima cosa da sottolineare è che i principi SEO rimangono più o meno gli stessi. Hai ancora bisogno di identificare il tuo mercato di riferimento e di comprenderne le specificità. Dovrai utilizzare più canali di vendita per aumentare la tua visibilità SERP e raggiungere il maggior numero possibile di persone all’interno del target di riferimento. Come sempre, aspetti come la fidelizzazione del cliente e l’offerta di prodotti di qualità sono fondamentali per il tuo successo. Detto questo, alcune nuove variabili dovranno inserirsi nell’equazione. Diamo un’occhiata nel dettaglio a ciascuna di queste.

Un tocco umano ai contenuti

Obiettivo del Content Marketing di successo è sempre l’utente finale, a prescindere dalla situazione globale. Qualsiasi azienda online solida deve abbracciare quello che può essere definito un approccio più umanistico se vuole mantenere i propri clienti. Oggi questa consapevolezza è più importante che mai, perché la maggior parte dei consumatori è preoccupata per lo stato attuale delle cose. Questo è il motivo per cui i professionisti di Think With Google hanno delineato alcune strategie utili da incorporare nella tua campagna di marketing online:

  • affrontare in modo proattivo le preoccupazioni dei clienti;
  • offrire soluzioni pertinenti ai loro problemi;
  • fornire contenuti organici carichi di ottimismo.

Non c’è momento migliore di adesso per sviluppare e far crescere le relazioni con i clienti in tempo reale, adottando un approccio decisamente proattivo. Se riuscirai a legare questo sentimento a tecniche SEO collaudate, molto probabilmente godrai nel tempo di un grado più elevato di fedeltà al marchio.

Creazione di contenuti durante la gestione delle crisi

Pensa un momento alla crisi finanziaria del 2008. Più di 200.000 aziende solo negli Stati Uniti fallirono a causa della loro incapacità di adattarsi ai cambiamenti. Ora, moltiplica questo numero per 15 o 20, per iniziare a comprendere ciò che il mondo potrebbe sperimentare nei prossimi tempi. Una quercia può avere radici profonde e un tronco spesso, ma questo non sempre la salva dalla potenza di forti venti. Al contrario, una spiga di grano possiede la flessibilità necessaria per sopravvivere anche alla più forte delle tempeste. Questa è la stessa qualità che la tua azienda online deve abbracciare attraverso l’uso del Content Marketing proattivo.

 

 

Tornando al concetto di “Corona Content Management” menzionato in precedenza, bisogna dire anzitutto che questo metodo si basa sull’utilizzo di materiali rilevanti per l’attuale situazione globale. Immaginiamo per un momento il lavoro nel settore dei viaggi. Quale di questi due titoli impatterà di più i lettori?

  • Le migliori destinazioni nel Mediterraneo per l’estate 2021
  • Pianifica in anticipo e scegli le migliori vacanze nel Mediterraneo dopo il Coronavirus

Il primo titolo, nel migliore dei casi è insignificante, e nel peggiore dei casi addirittura anacronistico. Il secondo mostra chiaramente che l’azienda in questione non perde di vista la situazione attuale e desidera comunque fornire ai suoi lettori preziose informazioni. Per dirla semplicemente, la creazione di contenuti deve abbracciare un minimo di realismo ottimistico, invece che intestardirsi in modo cieco su realtà ormai obsolete. I clienti attuali e quelli potenziali apprezzeranno senza dubbio questo approccio realistico e comunque promettente.

La questione dei contenuti evergreen

Una delle strategie SEO più conosciute è quella di impiegare contenuti evergreen per via della loro valenza a lungo termine. Nonostante tutto, stiamo vivendo in un nuovo mondo coraggioso. Un contenuto redatto con questa consapevolezza potrebbe magari far pensare che chi gestisce l’attività in questione viva in una bolla scollegata dalla realtà. Invece è proprio così che bisogna agire: incorporando l’epidemia negli articoli e nelle presentazioni – ovviamente, in modo rispettoso e gradevole-. Ecco altri due esempi di come un rivenditore online potrebbe sfruttare questa strategia a proprio vantaggio:

  • Come rinforzare il sistema immunitario con i nostri integratori di vitamina D
  • I migliori consigli per mantenersi in forma anche restando a casa

A prima vista possono sembrare campagne pubblicitarie pensate a breve termine. Bisogna invece comprendere che la loro pertinenza con la realtà attuale attirerà senza dubbio l’utente finale. Inoltre, è proprio questo approccio ad affrontare problemi e soluzioni del mondo reale.

Il volto mutevole dell’ottimizzazione per i motori di ricerca

I termini SEO sono considerati spesso degli “indicatori” più dettagliati dell’umore dei consumatori. Ad esempio, il termine long tail “come investire in oro” era di tendenza durante la crisi finanziaria del 2008, mentre query come “Corea del Nord” e “costo delle Bitcoin” riflettevano lo stato delle cose a livello mondiale nel 2018. Non deve quindi sorprendere che le query di ricerca legate al coronavirus siano ora al centro dell’attenzione. Secondo il Search Engine Journal, alcuni dei termini più di tendenza includono:

  • come pulire i prodotti;
  • come lavarsi le mani;
  • come acquistare azioni;
  • come combattere la noia durante l’autoisolamento.

La tua attività online potrebbe anche non essere collegata a nessuno di questi termini di ricerca. È comunque importante prendere in considerazione il termine “COVID-19” quando si determinano le parole chiave appropriate. Ad esempio, il termine “autoisolamento” può normalmente essere collegato ad una serie di prodotti e servizi online (come i vantaggi di un nuovo MMORPG online durante l’attuale epidemia). Si potrebbe invece utilizzare il termine “quarantena” quando si commercializzano occhiali destinati a coloro che lavorano da casa e sono preoccupati di non sforzare troppo gli occhi davanti al PC. Come sempre, pensare fuori dagli schemi è il modo migliore per garantire che il tuo marchio e i tuoi contenuti siano in grado di mantenersi rilevanti.

 

Innovazione, adattamento e flessibilità

 

Il Coronavirus e le relative conseguenze si faranno sentire molto a lungo. Poiché stiamo entrando in un territorio completamente inesplorato, anche il più esperto degli analisti non è in grado di comprenderne a pieno la portata. Anche se non possiamo sottovalutare l’impatto che questa pandemia sta esercitando sulle persone, dobbiamo tenere presente che la vita va avanti. La capacità di curare contenuti in grado di entrare in sintonia con l’utente finale, esaltando i vantaggi del tuo business online, potrebbe fare la differenza tra successo e fallimento.

Neanche i professionisti di Textbroker sono immuni dalla situazione attuale e, come sempre, saranno qui per aiutarti in ogni possibile modo. In tempi così incerti, è molto meglio diventare proattivi anziché reattivi perché una sola cosa è certa: anche questo momento, alla fine, passerà.


Post simili


Nessun commento disponibile


Hai una domanda o un'opinione su un articolo? Condividila con noi!

Il tuo indirizzo e-mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati *

*
*

Managed-Service

Desideri che siano altri ad occuparsi di tuoi interi progetti e vuoi però essere sicuro di ottenere testi di alta qualità? Necessiti di altri servizi inerenti la creazione dei contenuti come ad esempio la gestione completa del tuo blog? Inizia a conoscere più da vicino la nostra offerta di Managed-Service e approfitta del nostro pacchetto All Inclusive.

Richiedi un preventivo!

Self-Service

Necessiti di contenuti attuali? Con il Self-Service di Textbroker puoi ordinare il testo che desideri in modo semplice e veloce – e alle migliori condizioni.

Registrati adesso gratuitamente!

L’Expert Center di Textbroker

Lo scopo del nostro Exper Center è quello di informare su tutte le novità riguardanti il Content Marketing, l’ottimizzazione per i motori di ricerca e i testi per il web. Qui i nostri clienti e i nostri autori troveranno articoli informativi, tutorial, video e molto altro.

Scopri di più