Skip to main content

Ottimizzare i contenuti con i test A/B: consigli pratici

Nella prima parte dell’articolo vi abbiamo già introdotto l’importanza dei test A/B e quanto sia fondamentale ottimizzare i contenuti. In questa seconda parte vi daremo qualche consiglio su come effettuare un buon test A/B e su quali punti focalizzare l’attenzione.

Persona al pc

 

Risveglia il piacere della lettura

 

La formulazione dei contenuti è importante quanto il design. Assicurati che i tuoi testi siano cliccati e che possano mantenere le loro promesse. Dopo tutto, non solo devono essere ricordati, ma devono sempre raccontare la verità.

Ecco un esempio di un messaggio sobrio e più accattivante per rispondere alla domanda su cosa fa la vostra azienda:

– La nostra azienda offre diverse soluzioni in acciaio e le esegue tecnicamente in modo impeccabile.

– In qualità di veri esperti dell’acciaio, utilizziamo le più recenti tecnologie per portare avanti l’innovazione e rendere il vostro progetto di costruzione individuale un successo.

In particolare nel B2B, coloro che prendono le decisioni tendono spesso a giocare al sicuro con testi fattuali, se non asciutti. Essi sono dell’opinione che ciò dia un’impressione seria e sia anche ben accolto dai loro potenziali clienti. Ma spesso si sbagliano su questo punto. Per evidenziare l’USP della propria offerta aziendale, il linguaggio utilizzato può essere un po’ pittorico o anche sfacciato, in ogni caso espressivo e conciso. Anche gli operatori di shop online non dovrebbero focalizzare la loro attenzione solo sui loro prodotti, ma anche sull’impresa e sulle persone che si trovano dietro di essa.

 

Quali elementi della pagina devo testare?

 

Come spesso accade, una buona pianificazione è metà dell’opera durante la fase di test. Per ogni serie di test, redigi un’ipotesi pulita che ha internalizzato il problema principale e identifica possibili debolezze come il basso contrasto o una scelta di parole non appropriata per il gruppo target. La variazione del sito web, che poi si prova contro il vostro originale, cerca di reagire esattamente a questi problemi con elementi diversi.

 

Se pensate di dover adattare meglio il testo dell’intera pagina al vostro gruppo target, perché è in media più giovane del previsto, potete testare diverse variazioni dei titoli, ad esempio. Pensi che solo un certo paragrafo abbia bisogno di ottimizzazione e di essere evidenziato di più per spingere il tuo tasso di conversione? Allora dovresti stimare in anticipo quanto è grande l’influenza e stabilire le priorità di conseguenza.

 

La durata ottimale del test

 

Soprattutto nella fase iniziale di un test, non sono rare le grandi fluttuazioni. Anche errori minimi durante la fase di test hanno conseguenze di vasta portata. Se non si ottengono risultati significativi alla fine della giornata, di certo non si ha la possibilità di effettuare test futuri.  È meglio avere una visione d’insieme in anticipo per non cadere nella trappola delle statistiche.

 

Prima di iniziare con un test A/B, è necessario elaborare un’ipotesi basata su cifre chiave importanti per la vostra azienda e sulla base della quale si possono finalmente ottenere risultati reali e soprattutto rilevanti. Spesso anche un piccolo miglioramento può essere un’indicazione che siete sulla strada giusta. È quindi possibile afferrare nuovamente l’elemento testato e continuare i test fino a scoprire significative opportunità di miglioramento.

 

Infatti, due terzi di tutti i risultati dei test A/B non sono validi. Tuttavia, questo non è motivo di preoccupazione. Poiché è difficile determinare il periodo di tempo ideale per il test, è importante trovare la durata appropriata del test. Fondamentalmente, più lunghe sono le tirature del test, più è valido. Solo a partire da un certo punto durante il periodo di prova i risultati si stabilizzano e raggiungono i tassi di conversione previsti. Quindi è meglio attendere il raggiungimento della durata minima raccomandata. Anche se è allettante, non è sicuramente consigliabile interrompere i test non appena sono disponibili i primi risultati statisticamente rilevanti. È utile anche esaminare il tipico ciclo di acquisto del vostro prodotto o servizio.

 

Ottimizzazione dei contenuti con un software di test A/B

 

Ci sono molti strumenti che puoi usare per impostare ed eseguire i tuoi test A/B. Ad esempio, per essere in grado di riprodurre i contenuti in modo orientato al gruppo target, è possibile utilizzare un editor visivo di AB Tasty per testare, valutare e ottimizzare facilmente le vostre campagne per diversi dispositivi terminali o formati di schermo.

A proposito: Per essere sicuri che lo strumento scelto non influenzi le prestazioni del vostro sito – ad esempio il tempo di caricamento – vi consigliamo prima un test A/A, in cui due gruppi interagiscono esattamente con la stessa pagina. Nel migliore dei casi, i risultati del test non saranno diversi. In caso contrario e se il tasso di conversione diminuisce, si può presumere che lo strumento di misura utilizzato influenzi la pagina o che il software sia difettoso.

 

Cosa non dimenticare per un test di successo

 

Dovreste vedere quali contenuti si conservano a lungo termine e hanno un effetto positivo sul successo dell’azienda. Ecco perché è importante non essere troppo impressionati da contenuti che hanno solo un impatto positivo a breve termine sul tasso di conversione o sono associati a lead inferiori. Quindi è meglio pensare un ulteriore passo avanti: la nuova versione di Call-to-Action ti dà più conversioni? Eccellente! È ancora meglio tenere d’occhio anche i nuovi lead generati e indagare su di essi in relazione al fatturato.

 

Nei test A/B, i piccoli miglioramenti giocano un ruolo primario. Occasionalmente, tuttavia, è anche il momento di una grande rivoluzione. Poiché ciò è solitamente accompagnato da una riprogettazione che richiede tempo e costi elevati e non è chiaro quali elementi sono responsabili di quali risultati positivi, l’accento è posto su “occasionalmente”.

 

Conclusioni

 

Il test A/B può essere la chiave per la personalizzazione. Con test regolari, abili e con priorità, puoi finalmente mostrare ai tuoi utenti quello che vogliono vedere e generare più entrate con loro.

 

Non hai il tempo di ottimizzare i contenuti del tuo sito per le tue attività di Content Marketing?

Registrati gratuitamente!


Post simili


Nessun commento disponibile


Hai una domanda o un'opinione su un articolo? Condividila con noi!

Il tuo indirizzo e-mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono segnati *

*
*

Managed-Service

Desideri che siano altri ad occuparsi di tuoi interi progetti e vuoi però essere sicuro di ottenere testi di alta qualità? Necessiti di altri servizi inerenti la creazione dei contenuti come ad esempio la gestione completa del tuo blog? Inizia a conoscere più da vicino la nostra offerta di Managed-Service e approfitta del nostro pacchetto All Inclusive.

Richiedi un preventivo!

Self-Service

Necessiti di contenuti attuali? Con il Self-Service di Textbroker puoi ordinare il testo che desideri in modo semplice e veloce – e alle migliori condizioni.

Registrati adesso gratuitamente!

L’Expert Center di Textbroker

Lo scopo del nostro Exper Center è quello di informare su tutte le novità riguardanti il Content Marketing, l’ottimizzazione per i motori di ricerca e i testi per il web. Qui i nostri clienti e i nostri autori troveranno articoli informativi, tutorial, video e molto altro.

Scopri di più